lunedì 28 febbraio 2011

30.000 Cappellane!

Che dire?
Un risultato Monster...

GOD this way: la teologia di Mother Monster.

Ok, premettendo che sta cosa di Gaga che partorisce continuamente mi ha quasi fatto sboccare la viennese che ho mangiato poco fa, bhe, questo video è ancora un passo oltre all'umano!
God Gaga alias Mother Monster sbarca definitivamente sul pianeta Terra, e dopo aver sconfitto Sailor Moon e aver ingoiato il cristallo d'argento, mostra a tutti i suoi nuovi sudditi quella che è probabilmente la prima e vera stesura del libro della Genesi: in principio era Gaga, e Gaga era il principio, in una nascita eterna, continua ed illimitata la Madre continuava a generare e a generarsi dando origine a tutti i Little Monsters, ma Ella era così potente che finì per sdoppiarsi in una Mother Monster buona e in una Mother Monster cattiva (una sorta di incrocio tra Papa Ratzinger e Nostra Signora Ciccone) che si scontrarono a suon di Disco Stick e di coreografie pazzesche piene di cristoni, di protesi di plastica, di dildi che camminano, di extenction fuxia e di zombie omosessuali, ma alla fine di tutto la vera God Gaga, piangendo per noi, se ne va da questo pianeta a bordo di un unicorno glitterato, probabilmente sconfitta dall'ultraterreno suono di Vogue.
Ovviamente la Mother Monster tornerà, e questo è solo l'inizio della prima guerra galattica del pop!

Ps: non so in che modo riusciranno a trasmettere il video che, salvo lei zombie con la coda, lei clone di Britney (vedetevi "I love rock and roll" della Santa) col mitra e lei mutante alieno coi ballerini, tutto il resto è veramente ai limiti del "se lo vedo rimetto tutto il pranzo", e non perchè sia brutto, ma io, da brava suora, con le gravidanze, sinceramente, non vorrei aver nulla a che fare.

Cmq qui lo dico e qui NON lo nego: questo è il video definitivo, sebbene io preferisca ancora di gran lunga lei in versione gnocca con alani che si slinguazza Chace Crawford in Poker Face!

domenica 27 febbraio 2011

Back home.

Ieri, faraonicamente bardata con una cinquantina di borse dell'esselunga, dieci tracollle e otto valigie da viaggio, ho compiuto il mio (quasi) ultimo viaggio da Milano a Venezia, 3 ore e mezza in pullmann con tutto il convento, con tanto di autista nera (cantante gospel novizia da poco) con abito d'ordinanza rosa, Zobby e Onch vestite da spose, io da vedova allegra e Chris Crocker che cantava a cappella Burlesque di Christina Aguilera, il tutto nell'ilarità più generale.

Insomma, il convento tutto si è trasferito da San Babila a Santa Maria Formosa (un campiello largo come uno stadio da calcio in quel gioioso gioiello cittadino che è la Serenissima Venezia), e già oggi andiamo ad insediarci in loco in occasione del carnevale.
Ne vedrete delle belle, ve lo assicuro!

venerdì 25 febbraio 2011

Ecco a voi il nuovo Alfonso Luigi Marra!

Degno erede dello strategggismo sentimentale quest'alto intellettuale svelerà a voi tutti i segreti più occulti del signoraggio, delle banche, delle congiure farmaceutiche e politiche dietro alle quali si celerebbe il leggendario N.W.O., il New World Order, ovvero la setta degli illuminati!

Io sono senza parole, vi dico solo che da ora in poi il mio mascara non è più waterproof..

giovedì 24 febbraio 2011

Habemus Papam?

Trailer geniale del nuovo film di Nanni Moretti.
Realtà o fiction?

Superpoteri.


Ebbene sì, siamo giunti alla fine.

Oggi mi è stato comunicato per mail che il bando di dottorato a Venezia non si riaprirà se non ad aprile 2012, data in cui è noto che il mondo sarà già finito.
Apocalisse a parte è giunto il momento in cui io mi interroghi seriamente su cosa fare adesso: diluire i tempi della laurea? Buttarmi anima e corpo in politica (già vi ho detto che appena tornata prenderò la tessera di Sel)? Cercarmi di già un lavoro? O perseverare e sperare in un dottorato a Milano, Padova, Pavia, Trieste o Timbuctù?
Sta di fatto che difficilmente riuscirò a campare fuori casa con i soli soldi del dottorato, forse giusto a Padova, ma è decisamente fuori senso pensare di riuscire a prendere una borsa di studio dove i docenti non mi conoscono, forse è il caso di rimettere radicalmente in gioco i miei progetti.

Parlando di Superpoteri, però, devo e non posso esimermi dal commentare i miei ultimi eccitanti episodi da Fitness First.
Qual'è il mio superpotere?
La supervista.
Non c'è verso, dovunque ci sia un manzo io lo vedo, lo percepisco, quasi avessi un sesto senso, un radar, un sonar che mi dice a quanti gradi da me sia orientato il cristone di turno, a io allora giro la testa come la bambina dell'esorcista e li scovo subito, manco avessi dei mirini al posto delle pupille.
Cyber-Sorella!
Per non parlare della "memoria visiva da manzo", roba che riconosco un manzo dalla nuca, dall'avambraccio, da una porzione di culo, dalla muscolatura della schiena per non parlare degli abiti da palestra, basta un laccio e so chi è, che numero di scarpe ha e di quanti centimetri ha l'uccello.
Da ultimo riesco a determinare l'età di un uomo (con un errore approssimativo di 2 anni, ma spesso la centro e basta, così come detti 32 anni a Jan Somerhalder e 28 anni a Paul Wesley, alias i fratelli Salvatore di The Vampire Diaries) da un tor di piccole cose, in particolare dalla pelle.

Insomma, sebbene momentaneamente sprovvista di dottorato, sono una dannata macchina scova manzi!

martedì 22 febbraio 2011

1000 morti in Libia, e noi?

Bombe sulla folla di manifestanti, un Gheddafi da brividi quando è tutto il mediterraneo che si rivolta, dall'Egitto dell'ormai ex-Mubarak (lo zio di Ruby, per inciso), allo Yemen, alla Libia di Gheddafi appunto; una Libia con cui mezza Italia ha le mani in pasta, dalla Fiat all'Unicredit, passando ovviamente per l'Eni e per il fatto che essendo la Libia un grosso estrattore di petrolio i prezzi del greggio (tanto per mettere la ciliegina sulla torta di merda su cui siamo seduti) stanno schizzando pericolosamente in alto.
E noi?
Noi, quelli del Bunga Bunga, di Silvio che bacia l'anello a Gheddafi, di Fini che perde deputati e senatori, del Pd che fuma il bongo invece di fare opposizione.
Noi siamo nella merda, sperando almeno di non essere bombardati.

Ma la domanda è:
ma non servierebbe una rivoluzione anche qui?
Certo, d'altro genere, magari culturale, politica, civile, ma un bel sollevamento popolare nel paese della gente che guarda sempre dall'altra parte!

Update: 10.000 morti, 50.000 feriti e distese di fosse comuni: un ecatombe.

lunedì 21 febbraio 2011

La scusa del "non amo etichettarmi".

Come sempre Chris Crocker sà il fatto suo, e pure il nostro.
Anche qui ne sono capitate, nel bene e nel male, di persone che non intendono definirsi "sessualmente" perchè ritengono che questo metta su di loro un marchio; ora, Chris Crocker abbatte una ad una la loro pretese:
1- o sei gay, o sei bisex, o sei etero, cosa vuol dire non mi etichetto?
Vuol dire che fai sesso con le panchine? Che ti piacciono le vagine di plastica? Che ti attizzano i mufloni e trovi eccitanti i cani con le orecchie lunghe?
Suvvia, la libertà sessuale è una delle maggiori conquiste della modernità, ma di fatto non esiste la quarta alternativa, a parte la perversione più pura, perchè suvvia, al massimo si è indecisi o ex-gay, ex-etero, etero curioso o lesbica con curiosità sadomaso!
2- il dirsi "non etichettato" equivale ad etichettarsi come "non etichettato";
pare chiaro no? Anche se mi sembra più un argomento verboso che sostanziale; io piuttosto direi che dirsi come "non etichettato" non ha senso, a meno che tu non faccia proprio sesso, ma allora dovresti dirti come "prete", "monaco", "taoista tibetano" o "cappellana scalza", tutto il resto è quantomeno pericoloso e privo di senso.
3- dirsi come gay non distrugge le nostre vite, non ci definisce, è solo parte della nostra identità non è tutta la nostra identità;
e qui concordo in toto, insomma, io sono gay, sono Badessa, sono filosofo, sono apprendista strega, sono nerd, sono fashion victim, sono tutte queste identità tutte insieme, e senza che si sormontino o si cancellino a vicenda.
Quindi invito tutti a dichiararsi:
etero, gay, bi, frate o suora?

Buon lunedì dal Manzo Discount!

Sì, ok, sono scazzata, sono annoiata e sabato torno a Venezia, ma devo sul serio parlarvene?
Essendo NO la risposta vi lascio a migliori considerazioni:
To', ve lo regalo, e attente che a breve poterebbe esserci una svendita totale per rinnovo locali!

domenica 20 febbraio 2011

Christina Aguilera & Marilyn Manson?

Solo con Burlesque, ma si può, e alla grande!
O meglio, diciamo che Xtina ha campionato la celeberrima Beautiful People di Manson e l'ha resa una svacconata pop, che però, diciamocelo, tanto mi piace, sebbene non epica quanto quella metal-rock del Reverendo.
A voi l'arduo confronto:

Burlesque!

E-ex-p-ar-i-ess-ess!
Ok, sarà probabilmente assodato worldwide che Christina Aguilera sta fallendo a livelli epici, ma cazzo se è figo questo film!
Dopo un clamoroso buco nell'acqua sabato scorso, quando sono arrivata al cinema dieci minuti prima della proiezione con 8 posti liberi quando mi misi in fila e 3 quando arrivai a (non) prendere il biglietto; "ma perchè signorina, ci sono tre posti liberi!", "no cara, sono prenotati", e dopo aver urlato "bhe, allora bruciate all'inferno te e la puttana di tua madre!" dovetti andarmene col cappello piumato tra i leggings aspettando di poter tornare il sabato successivo.
Ebbene, Burlesque vale tutta l'attesa, sebbene la sala nana riempita da froci, sgualdrine e posti vuoti, e nonostante il trucco pesante dell'Aguilera, questo film fa scattare tutta la nostra sgualdrinaggine repressa: balletti splendidi, canzoni coinvolgenti, Christina che canta da dio, Cher che è dio con tanto di parrucca quel manzo a-s-t-r-o-n-o-m-i-c-o di Cam Gigandet, qui ricordato come "faccia da schiaffi" in Never Back Down, autentico capolavoro di manzo discount!
E scusate la digressione ma lui è veramente un figo E-S-A-G-E-R-A-T-O (ok, penso si capisca che mi piace...perciò ecco giusto due, tre prove documentarie):
Insomma, bardarlo di pelle e montarlo su una moto gigantesca sarebbe dannoso per gli estrogeni di chiunque, e brutta sgualdra l'Aguilera che ha potuto far finta di scoparselo!!!
Cmq, tornando al film, io non capisco tutte le critiche, e "manca la trama" e "Cher è piena di botox" e "le tette di Christina Aguilera sono cadenti" e "Stanley Tucci fa il frocio in tutti i film" e "Cam Gigandet è il solito manzo messo lì a caso" e "che cazzo ci fa Veronica Mars a fare la troia nel Burlesque Lounge?", insomma tutte affermazioni inutili che lasciano il tempo che trovano perchè il film è una vera figata e ve lo consiglio di cuore, e affrettatevi prima che lo proiettino solo in sale inaccessibili al mondo e in orari in cui la gente fa tutt'altro.

Love Burlesque!

venerdì 18 febbraio 2011

Hold it against me: il video!

E' chiaramente arrivata ben oltre la frutta!
Bel video, ben truccata, enorme smarchettamento della Sony, bella l'idea di darci di colore sul vestito bianco (ps: ma che tette ha? Altro che impianti sottocutanei, questa mi fa paura!), bellissimi gli outfit, ma il video sembra molto corto perchè uno si aspetta qualcosa e non arriva.
Suvvia solo UN QUARTO DI BALLETTO ALLA FINE, ma che cazzo è?
Telephone era tutta un'altra storia, con God Gaga nasona che si agitava come un furetto a stelle e strisce e Beyoncè che uccideva col solo odore delle ascelle!
Quella era classe.
Qui vedo tanto sforzo ma nulla di più.

Trattasi chiaramente di caso di accanimento terapeutico!
O cmq sano miracolo nel tenerla musicamente in vita quando non ha più voce, non sà più nè ballare nè cantare e si muove come Maria de Filippi ai tempi d'oro!!!

giovedì 17 febbraio 2011

Giusto un po' di manzo!

Perchè quando ce vo' ce vo'!

mercoledì 16 febbraio 2011

Free?

Libera di fare pompini monster, di uccidere animaletti innocenti vestita da Regina Rossa giocando a golf con dildi chilometrici e di dare a voi tutto l'amore del mondo!
Oggi ho preso l'ultimo 30! Altri due esami concordati, un po' di tesi, due tre chilometri di corsa sui cazzi ardenti e poi ho finito...sarò libera...anzi, lo sono già; una volta dato l'esame mi è come caduto un velo dagli occhi e ho improvvisamente visto la mia enorme difficoltà ad arrivare viva a questo momento, perchè, di fatto, adesso penso a tutto tranne che a dare esami, penso alle carte Magic, ad improvvisarmi wicca (cosa che oggi ho quasi sepolto, ma è indubbio che io abbia guadagnato interessi in settori esoterico-eterodossi, fosse solo trovare il modo di trarre energia dalla natura alla meditazione, passando per la cartomanzia e le bambolette vodoo, almeno il setting teorico) ma non ho palle manco per quello, ho testa solo per telefilm, porno amatoriali e manzi, manzi, manzi.
Tutto e niente di questo, solo ora entro in una nuova fase, completamente nuova, dove sarà il caso di vedere se tutto quello che ho pianificato della mia vita è ciò che voglio veramente, o se è meglio prendere una pausa.

martedì 15 febbraio 2011

San Single!

Ebbene sì, è finalmente giunta la festa più amata dalle Cappellane dopo Natale e Pasqua: la festa di San Single, o ovviamente di Santa Sorella Jean Claude da Ba-gascia!
Oggi tutto il mondo si alza in un coro univoco che dalla Cina ad Arcore, dalla Casa Bianca alle banche svizzere, dalla Polinesia al bunker di Mubarak, dal Neverland Ranch al Labirinto Femminile, manda di cuore affanculo San Valentino e la stramaledetta festa degli innamorati.
Perchè sapete cosa ci faccio io dei Baci Perugina?
Me li compro e me li mangio da sola!
Perchè, signori e signore, confratelli e consorelle, chi non vorrebbe avere un toy-boy personale da legare al letto in posizioni imbarazzanti mentre noi nel mettergli le manette leopardate gli diciamo il fatidico "ti amo?
A tutti, ovviamente (ed è per questo che la mia mente perversa ha partorito il Manzo Discount); ma andiamo al punto: l'amore sbattuto in faccia, e non parlo certo di un lap dancer col perizoma imbottito che accidentalmente vi cade addosso in erezione, è rivoltante e stomachevole, soprattutto per noi che abbiamo fatto voto di castità!
Insomma, tutte quelle coppiette fintamente felici che non vedono l'ora di trapanarsi la laringe e non riuscendo a trattenersi sino a casa prorompono di fronte a noi con inattese perlustrazioni orali degne di guinnes dei primati per apnea e lunghezza della lingua, bhe, codeste becere accoppiate (che siano etero o gay poco cambia, anzi forse fa incazzare ancora di più) meriterebbero la fine di Giordano Bruno: arse vive in piazza, magari ancora per mano, così sì che saranno teneri....da cotti!
Ora, crudeltà inquisitorie a parte, mi sembra una palese ed ingiusta vessazione per le persone single che due bastardi si infilino la lingua sino all'intestino senza ritegno alcuno, nè per noi nè per la pubblica decenza.
Lo facessero a casa propria e non sui mezzi Atm!
Per questo, ladyes and gentleman, è ora di votarsi a San Single, in attesa di votare Vendola.

domenica 13 febbraio 2011

God Crocker? Secondo singolo da urlo: I want your bite!!!

Vampireggiante urla "I dont'want your kiss, I want your bite", un beat che spacca, perfino una rappata, una parte semi melodica, l'ovvio intro col "Chris Crocker" e tutti ma dico tutti gli accorgimenti del caso per non farla sembrare ripetitiva.
Oh-mio-dio, ma è addirittura meglio di Mind in the gutter!
E vogliamo pensare al video???
Già godo!

Mi ha oggettivamente sorpreso di più di Born This Way, insomma, chi mai si sarebbe aspettato una canzone tanto ottima da Consorella Crocker?
Successo assoluto, lo sento!

Manz'attack: aggiornamenti e la debita fine!

Suvvia, vi sarete di sicuro chieste come è andata a finire con Fabio!
Dopo tutto il casino che ho tirato su, di sicuro non potevo lasciar cadere tutto nel vuoto senza almeno dirvi come è andato, o meglio, come è fallito il tutto.
Tra una cosa e l'altra, diciamo tra un fake e un'altro, ho tentato di buttargli lì un messaggio del tipo "ma non sei stanco della gente inconcludente che trovi su questo sito, magari pure con profili finti?", ovviamente lui non si è rivelato affatto stanco di Gayromeo (anche perchè c'ho dato un occhio e pare che il suo profilo sia visualizzato qualcosa come 100 volte al giorno, praticamente più di questo blog! Ergo non potevano di certo essere due o tre rifiuti a fargli cambiare idea, vista la sua probabile maratona sessuale settimanale) e ha risposto cmq cortesemente e adesso siamo rimasti oggettivamente al punto di prima, ovvero ci salutiamo, ma con in più il fatto che, a meno che lui non venga improvvisamente assalito da un raptus sessuale africano, ormai è certo che non me lo darà.
Sarà finita qui?
Ebbene no, o quasi, nel senso che c'è ancora qualcosa che vale la pena dirvi a riguardo.
Dopo il no definitivo, l'altro giorno esco conciata come una sgualdrina appena uscita dalla lavatrice: senza trucco, coi capelli sfatti e con le Converse invece che il tacco 15...e chi trovo alla MIA femata del tram?
Lui! Abbronzatissimo (a febbraio!!!) e in pieno gym style, nel senso vestito con le braghe simil-tuta della Franklin' Marshall, delle belle Nike col rialzo, una felpa blu con cappuccio e un giubbottone grigio imbottito che concludeva cotanto stile informale, se escludiamo ovviamenta la borsa da palestra.. Mancavano 14 minuti all'arrivo del tram, e io in 10 sarei tranquillamente arrivata alla metro, ma decido di fare un giro al Diesel store per guadagnare tempo e non gelarmi le mie chiappe barbaramente poco coperte, ergo mi faccio il giretto, trovando pure lo store chiuso, torno indrè, attendo come una cogliona almeno 8 minuti buoni (congelandomi senza avere neanche la sfrontatezza di andare da lui e di scostarlo da quel suo fottuto cellulare con un "ciao" urlato nelle orecchie) e poi entro nel tram dove entra lui e lascio che sia sempre lui ad essere costretto a vedermi....
Cosa sarà successo?
Un ciao stranito e poi il mondo si è messo tra me e lui, per tutto il viaggio; tra l'altro lui scende in via Torino, come me, e stalkerandolo un po' come al mio solito scopro che è diretto alla Fitness First.
Insomma, diciamolo:
worst epic fail ever!
E mo' non mi resta altro che rifarmi gli occhi in palestra, che sia lui o che sia l'ennesimo manzo brasiliano fatto di steroidi...

Ah, aggiuntina; di fatto in questi due mesi ci ho diciamo provato con uno, nel senso che mi ci sono presentato, ci ho chiacchierato in palestra e ci siamo scambiati facebook, ma ad andargli dietro sul serio proprio non ce la faccio.
Di due anni più piccolo di me, carino ma piatto, senza argomenti, senza verve e con una capacità di improvvisare un discorso pari ad un maccherone all'amatriciana ma con molta meno voglia di essere mangiato!
Bha, sarò io, sarà che questo era quello sbagliato, sarà che non era manzo, sarà che non aveva carattere, ma proprio non mi ci sono visto, pareva tanto un ripiego...e mo' sono di nuovo, come al solito, eternamente e (poco) gioiosamente single!

sabato 12 febbraio 2011

Fuck off!

Pausa dritta fino al 15, data d'esame, tanto qui io non ho nè tempo nè ispirazione, e vedo che parimenti non mi si caga nessuno.

Buon week end!

venerdì 11 febbraio 2011

Born This Way: GOD, GOD, GAGA!!!

Bomba assoluta, hit mondiale, ascoltare per credere:
Don't be a drag, just be a queen! Adoro!!
Di sicuro non è la più grande canzone pop del secolo (lì si avvicinava di più Bad Romance, vero capolavoro visionario), ma è una splendida canzone gay, un inno vero, felice, pieno di rossetto e di puro, genuino orgoglio!

giovedì 10 febbraio 2011

World in slow motion.

In questi giorni sto subendo una frenesia mentale comparabile solo a quella di un povero alano coinvolto nel Bunga Bunga.
Una relazione da fare e una già fatta, 3 crediti da estinguere ad aprile, un esame il 15 febbraio, dare il piano della tesi entro il 24 febbraio, tornarmene a casa il 26 febbraio, il 27 febbraio cominciare a scrivere la tesi, agli inizi di aprile preparare 3 esami dai cui prof oggi andrò a ricevimento, e poi iscriversi al bando di dottorato di Venezia e poi a quello di Milano, laurearmi entro luglio 2011, e quello stesso mese lavorare di nuovo come bambinaia, e poi di nuovo nel vortice di affittomania fino a che non avrò trovato uno straccio di appartamento dove rifondare di nuovo il Convento, sempre se prendo la borsa di studio, e poi ricostruirmi una vita lì, ovunque sia, o ricostruirmela cmq appresso ai miei e costretta a fare la escort (a.k.a. trovarmi un lavoro) per campare.

Vorrei rallentare, anzi, non vedo l'ora di fermarmi, di potermi prendere sul serio del tempo per me, per poter fare thai ci, meditazione, scrivere e leggere ciò che voglio, per approfondire i miei interessi e magari approfondirmi nel cuore (e non solo) di qualcuno.

Questa è SorellaJc, almeno until now.

martedì 8 febbraio 2011

Il becero teatrino della politica.

Cadrà?

Ce lo chiediamo da mesi, ma il Gremlin seduto sul trono di Arcore non accenna a mollare, anzi, va avanti come se fosse nulla.

Nulla per Emilio Fede, nulla per Lele Mora, nulla per le Olgettine, nulla per la seconda minorenne in casa sua, nulla per le manifestazioni del Popolo Viola (ma Popolo Fuxia no? E vabbè, teniamoci quel che c'è), nulla per i richiami dei vecchi e perversi vescovi, nulla per l'indignazione del popolo e nulla, ma proprio nulla, per le fantomatiche 10 milioni di miliardi di firme del Pd per mandarlo a casa.
Vergogna!

E mo' che fa? Spinge a calci in culo il federalismo e rimette in piazza il processo breve.

Update: si apre un filone d'indagine anche a Napoli, con Sara Tommasi che la fa da padrone, con sms a Silvio e Paolo Berlusconi, a La Russa e compagnia bella, tra l'altro parlando di "coca, mignotte e cani"...oh my gold, ma ad Arcore era meglio del video di Poker Face con gli alani!

Ommioddio, il bunga bunga 2.0!
Ed è finalmente giunta anche la doppia richiesta di rito abbreviato per il premier, sia per prostitiuzione minorile che per concussione, e lui cosa fa? Spinge per il processo breve, per una legge sulle intercettazioni, spara minchiate video e sostiene che farà causa allo stato!

Quando si dice "la faccia come il culo"...

lunedì 7 febbraio 2011

...

In attesa di commenti lascio il blog in pausa e me stessa allo studio.
Comunico che chiunque lascierà spam su questo blog riceverà in regalo una bella fattura!

venerdì 4 febbraio 2011

Immorality?

Tutto il mondo è Bunga Bunga?
Sperando di no inaugureerei l'ennesima delle mie riflessioni politicamente scorrette.
Premesso che l'indecenza è ormai al massimo e che il presidentissimo B. dovrebbe prendere baracca, Bossi e burattini e andarsene a casa, non solo per Ruby ma anche e soprattutto per un governo bugiardo, farlocco e fermo da mesi.
La riflessione è che però questa società è assai strana perchè, accanto all'onnipresente messaggio moralista e politicamente corretto (per non dire cattolicheggiante e filopapale), fa passare di fatto il messaggio di Ruby, Berlusconi, dei tronisti, delle Cipriani, del nulla che guadagna più del sodo, e, diciamocelo, le Cappellane sono un possente virgulto del berlusconismo, e sono sostanzialmente a favore di ogni sana perversione umana.
Qual'è il punto allora?
E' che una società che veicola due messaggi opposti è una società profondamente contraddittoria, e che dove viene detto in contemporanea che X si deve e non si deve fare la morale naviga nel nulla e rischia di scomparire.
Il punto è che nel pieno di questa contraddizione non si è capaci di reperire una bussola morale, anche fosse l'immoralità stessa; ci si ritrova quindi costantemente nell'impossibile compito di mediazione e di sintesi di questi due istinti primari: il bigottismo e lo sgualdrinismo, che presi da soli sono assolutamente irricevibili.
Ergo, Berlusconi poteva, anzi doveva, fare i suoi porci comodi a casa sua, come d'altronde succede regolarmente nel Convento al Manzo Discount? E se sì, perchè condannarlo?
Perchè ha commesso reato! Ma il legale si basa sulla morale, e se non ha fatto nulla di immorale non ha fatto neanche nulla di illegale, tanto che c'è chi continua a negare che abbia fatto qualsivoglia reato, anzi, c'è chi ventila la legittima proposta (secondo questo punto di vista) di abbassare l'età di consenzienza sessuale ai 17 anni, in fondo in America si guida a 16!
Capiamo quindi l'entità colossalmente tragica di questo cortocircuito tra moralità e legalità, perchè se si vuole fare piazza pulita del cattolicesimo e delle sue assurde imposizioni si rischia di arrivare a legittimare qualsiasi cosa, come il partito dei pedofili in Svezia, che, scusate la rudezza, è una vera e propria aberrazione, un abominio della civiltà secolarizzata.Per quello forse esistiamo noi Cappellane, vogliose di perversione ma intimamente caste, imbevute del motto machiavelliano del "fine giustifica i mezzi" ma anche della morale vetero cattolica, puttane fuori ma sante dentro!

giovedì 3 febbraio 2011

Un ottimo giovedì da parte del Manzo Discount!

Notevole no?

mercoledì 2 febbraio 2011

Noia.

martedì 1 febbraio 2011

Video bomba per S&M di Rihanna!

Eccessivo, caramelloso, e strampalato, in un tripudio di pelle, caramelle, addetti stampa impacchettati, capelli cotonati, Perez Hilton canizzati e scene lesbo soft, il tutto in un esplosione di colori, che fa di questo una delle opere più visionarie e divertenti della cantante, secondo, forse, solo a Disturbia, che pare però apertamente superato in questa visione di una Rihanna dominata & dominatrice, pienamente conscia del suo stato di superstar e sul modo migliore per usarlo.
Per non parlare della pioggia di caramelle mou, delle parrucche, dei cappelli e dell'omaggio a Chris Crocker col deep throat bananesco!

Adoro!