lunedì 25 aprile 2011

Real Time: fenomenologia del canale più gay della Dtv!

Ormai tutto il mondo è stato invaso da Real Time, il canale meno etero e più fashion dell'intero digitale terrestre!
E' supposizione diffusa che Paola Marella ed Enzo Miccio siano alcuni dei generali germanotti che Lady Gaga ha mandato in Italia all puro scopo di moltiplicare le fila dei little monsters, e, vi dirò, che sono talmente abili che le vittime si vedono persino nella bassa trevigiana.
Real Time è letteralmente la mecca televisiva dell'omosessuale (non) medio; roccaforte del buon gusto, dei piaceri del palato, della grazia degli arredamenti e dello sfarzo matrimoniale, cotanto canale, gratis per dono divino, non si fa mancare proprio nulla.
Più di dieci programmi degni di nota (tralasciando volutamente qualcosa), su un'unica rete, e mandati in onda in rotazione continua, è come avere una pioggia di Uomini&Donne, Grande Fratello e Donna Moderna, seppure in versione super chic, in un unico, preziosissimo, gioiello tv!
Insomma, quando mi annoio accendo Real Time, e non ditemi che è pubblicità occulta: questa è pubblicità vera, pura e appassionata!
Cominciamo dalla perla delle perle, il programma più gay del globo, il tempio dell'eleganza, lo scrigno della bellezza: ma come ti vesti!

Roba che sono svenuta al primo sguardo.
Enzo Miccio e Carla Gozzi, ovvero la quellA calvA e quella platinata, sacerdotesse cappellane del gusto e del savoir faire, trasformano casi disperati di A.A.A. Abbigliamento Abituale Aberrante a stati di grazia inimmaginabili, con tanto di trucco e parrucco a corredare la carta di credito e i consigli per l'uso ovvero i famossissimi "mai più con/senza"!
Puntata tipo:
- parenti e amici degli A.A.A. li segnalano prima all'accalappiacani e poi, vista la poca disponibilità dell'amministrazioni Moratti (il tutto si svolge rigorosamente a Milano city, autentico impero immobiliare della Marella), si rivolgono a Enzo e Carla, che tenteranno con tutte le loro forze di salvare il povero malcapitato dal suo cattivo gusto.
- l'A.A.A. arriva in studio, portandosi dietro tutto l'armadio, e, puntualmente, le nostre missionarie dello stile buttano gli buttano tutto in bidoni di alluminio antiodore targati Vatican S.p.a, che verranno spediti alla Caritas senza passare dal via.
-cominciano i consigli (cose del tipo "sempre col tacco", "abbonda col jersey", "devi essere gnocca per essere apprezzata sul posto di lavoro") che terminano con l'immancabile "mai più" e con la consegna della carta di credito (credito di chi vorrei capire, paga il programma, Enzo o la povera vittima dei suoi insegnamenti?).
- l'A.A.A. fa razzia dei vestiti più osceni che possa trovare nei negozi di Milano e, per arginare le perdite della carta di credito, che di solito piange disperata cantando "stars are blind" di Paris Hilton, sopraggiungono le nostre due eroine.
- segue quindi la prova dell'abito, l'acquisto, il trucco&parrucco ed il tutto si conclude con la sfilata finale di fronte ai due gran giudici del fashion che guardano il miracolato dello stile come se fosse Lady Gaga in persona a troneggiare davanti a loro cavalcando le sue Armadillos.

E se "ma come ti vesti?" è molto LGBT, Wedding Planners è veramente il programma più donna che si potesse mai concepire.
A guidarlo è sempre lui Enzo Miccio, assieme al fedele, quanto rompi coglioni, Angelo, e fra i due, tra babucce di seta, abiti da sposa, nastri di raso e quintali di tutte, è lotta aperta a chi sia più perfettino (leggasi gran professionista quanto scassapalle) ma soprattutto a chi sia più gay.
Oh, suppongo Enzo, ma sono quisquilie.
Puntata tipo:
- due sposi particolarmente pretenziosi giungono da Enzo e Angelo, con tanto di madre e chiwawa a presso, e cominciano a straparlare del proprio matrimonio, in particolare delle nuances a cui vorrebbero che fosse ispirato,
- scelto il colore i due wedding planners girano tutt'Italia alla ricerca per reperire ogni singolo decoro di macchina, chiesa e ricevimento rigorosamente tono su tono.
- fatti i decori Enzo veste da capo a piedi sposo e sposa e Angelo si prepara ad allestire il setting del ristorante, prendendo a sonore frustate le sue collaboratrici che, se non obbediscono, riceveranno anche quelle del Miccio nazionale.
- i due, schiavizzando un esercito di manovalanza, riescono a trasformare qualsiasi luogo in una casa riarredata dalla Marella, e senza neanche chiamare Andrea...anyway, il matrimonio si fa, viene filmato come se fosse un'esterna di uomini e donne (solo che invece delle canzoni di Amici, in sottofondo abbiamo gli ordini dei Enzo e Angelo, perennemente sull'orlo di una crisi di nervi) e viene seguito in ogni dettaglio, fino al taglio finale della torta.
Se Enzo Miccio non vi basta, ecco arrivare, prima della Marella, una pattuglia di esperti a 360°: cortesie per gli ospiti!
E' il programma preferito da Mariolina, ed è una delle teste di serie queer del canale: "due concorrenti si sfidano tra loro invitando a cena tre scrocconi che in cambio dell'ospitalità li insulteranno apertamente o in separata sede in merito alla cucina alla casa e al saper ricevere", citazione da Feetmeet (no, non sono una feticista dei piedi, l'ho trovato a caso e ho letto solo questo articolo, che merita decisamente) che dedica un articolo grandioso al primo dei tre scrocconi di classe lgbt: Roberto Ruspoli.
EBBENE style=" dei bianca? ?maglietta canzone la vita modello preso aver sembra che coluo pianeta, del vestito peggio Terra..) sulla germanotti luogotenenti i chiamare modo nuovo un Forse mai? sarà (e lifestyle l?esperto sì, Insomma, come fai tu, maestro di stile, a presentarti ad una cena in maglietta bianca?????
Voglio morire.
Anyway sono degni di nota anche Alessandro Borghese, l'unico eterosessuale del canale, nonchè chef mangione, e Chiara Tonelli, interior designer, ovvero architetto specializzato in interni e little monster.
La puntata tipo è più o meno così: un due coppie di cretini decidono di sfidarsi ad una lotta senza esclusione di collant a chi fa la tavolata più fashion, dando da mangiare gratis ai tre super giudici, che entreranno in casa e sparleranno della tua cucina, dei tuoi piatti e del tuo modo di arredare.
Una delle due coppie vince, e tutti se ne tornano a casa con la panza piena.

E poi c'è lei, la regina di Real Time: Paola Marella!
Padrona indiscussa di ben due programmi: "cerco casa disperatamente" e "vendo casa disperatamente" dove manovrando abilmente schiere di architetti, manovali e sottoposti riesce sempre a piazzare sul mercato decine e decine di case, che costino una sega o tre milioni di euro con trattativa riservata non cambia, Paola Marella sa quello che è meglio per te!
In "cerco casa" la Marella, accompagnata a archietetti-barboncino e dagli immancabili acquirenti milionari, offre allo spettatore una carrellata di case di lusso, con tanto di primi piani delle piastrelle del bangno in oro e marmo di carrara, delle vasche idromassaggio in vetroresina a cielo aperto nella camera padronale e dei 1550 ettari di giardino della casetta, ricordando che il 50% delle case cercate sono seconde case, quindi """villette""" di mare o montagna.
In "vendo casa" la Marella, affiancata dal fido architetto stylist Andrea (cognome non pervenuto, qui sotto la diapositiva),trasforma casupole cadenti ed infestate dalle infiltrazioni in abitazioni moderne, all'avanguardia, con decorazioni, pareti colorate e l'immancabile parquet.
Qui, a onor del vero, il vero artista è l'Andrea, ossessionato dal blu balena, dalle tappezzerie pop e dai "tocchi di colore", per non parlare dei bagni resinati e della sparizione miracolosa di piastrelle e tubi di scarico.
E anche qui, dopo una settimana di lavoro, dieci lavoratori sottopagati (e adeguatamente frustrati da Andrea), e migliaia di euro spese dall'azienda, il miracolo è fatto e lo spettatore si gode l'inusuale passaggio da brutti anatroccolo a cigni art nouveau di tutte le peggio case di Milano.

Infine, degno di nota è anche Fuori Menù, dove Alessandro Borghese invece di mangiare a scrocco impegna due coppie a creare vene e proprie cene da ristorante con tando di portate, aiutanti in cucina e un tempo limitato: 2 ore e poi arriva lui a magnarti tutto.
Carinissimo.

Poi, giusto in tema di cibo, passerei in rapida carrellata al dessert americano di Real Time, ovvero tutti gli show che una vera cappellana non può neanche sognarsi di perdere: "Cucine da incubo Usa", dove lo chef internazionale Gordon Ramsay tenta l'ardua impresa di rimettere in sesto ristoranti che hanno i giorni di vita contati e "Il boss delle torte" dove Buddy Valastro (già visto nei Soprano) crea vere e proprie torte capolavoro, difficilmente digeribili, ma decisamente impressionanti.
Passando per la salute, Real Time non poteva esimersi di ordinare a tutti i suoi telespettatori di essere magri, ecco che giungono "Grassi contro magri" e "Chirurgia xxl", dove l'imperativo, è "giù la pancia", ma non quei due centimetri e tre quarti che hanno tutti, ma vere e proprie centinaia di chili, roba che fai prima a saltarli che a girarci attorno e che, per portarli in clinica seve il montacarichi, e non sto scherzando.
Vedere per credere.

Cmq, è probabile che questa sia solo la prima puntata...ed intanto: buona Real-visione!!

domenica 24 aprile 2011

God Gaga: miracolo al concerto e prime immagini di Judas!

Che Lady Gaga fosse God Gaga, bhe, questo già lo sapevamo, ma che miracolasse i propri fan questa mi è davvero nuova (anche perchè al momento non mi ha ancora trovato il fidanzato..)
Anyway, questa la sconvolgente notizia: una donna dall'età imprecisata che dopo ben 5 anni è riuscita nell'ardua impresa di prendere un biglietto per il Monster Ball Tour ha avuto un infarto al concerto (probabilmente la vista di Dio è stata troppo forte per il suo debole animo) ma, prontamente soccorsa dai paramedici, dopo mezz'ora di tentativi, è tornata alla vita: una vera resurrezione.
Ma la cosa che fa urlare al miracolo è la certezza matematica che se quella signora in quel momento, invece che fare il piccolo mostro di fronte alla Madre aliena, fosse stata a casa sua, quell'infarto le sarebbe sicuramente costato la vita.

Ecco che la divinità di Gaga viene sempre più alla luce
e, qualora qualcuno avesse ancora a dubitarne, ecco due nuove foto di Judas che mostrano la Germanotta in versione ibrido Madonna-Manson:
Adoro!

Buona pasqua a tutti!

Che stia risorgendo?

venerdì 22 aprile 2011

Un santo venerdì con Alexander Ludwig.

19 anni, da bambino prodigio con tanto di comparsate da piccono mago in Harry Potter, a manzo prodigioso.
E ora contritevi!

giovedì 21 aprile 2011

Slow Easter.

...............

Giusto qualcuno si sarà accorto che ultimamente scrivo poco sul blog, ma, volevo aggiornarvi e dirvi che, ovviamente, ciò non presuppone affatto la mia morte intellettuale, ma anzi, presuppone tutta una serie di (piacevoli) casini nella vita reale.
Ovverosia?
Tra partito, tesi e progettazione del mio social network (un chicca, una perla, un convento on-line), per non parlare del fatto che mangio, dormo e vado in palestra, che stanno tutti procedendo ben oltre le mie aspettative, non ho neanche una briciola di tempo cappellano o di energia spirituale per mettermi due ore qui a fare l'articolo più gayo del mondo: la fenomenologia di RealTime, cosa che cmq vi prometto farò quando prima.

Mi sto prendendo una Pasqua lenta, almeno per il blog, poi per il resto è più veloce di un eiaculazione precoce...

Kisses from the Big Sister.
Ps: God Gaga debutta alla 10# posizione della hot 100 di Billboard con Judas dopo soli 2 giorni di vendita, vendendo metà di quello che ha venduto Rhianna in una settimana.
Di sicuro io mi aspettavo ben di più della decima posizione, e così penso anche Gaga, che avrà pianto lacrime di cristallo sugli addominali di un manzo a caso, ma è decisamente più un successo che una sconfitta.

Aspettiamo l'orgasmo di vendite della prossima settimana, sennò occorrerà denunciare il drastico ed inaspettato calo di fedeli...

martedì 19 aprile 2011

E' morto Carlo Capponi!

L'uomo delle banane, il bidello pazzo e il sedicente lover della contessona De Blank!
Morto di un attacco di cuore prima ancora di iniziare "Human Take Control" (il nuovo reality di Italia1 che già perde pezzi ancor prima di iniziare, a partire da Guendalina Tavassi del Gf11, Augusto De Megni e Cristina Plevani dei Gf precedenti, fino al compianto Capponi) chissà se è morto perchè una banana gli è andata di traverso?

E mo' che farà Patrizia De Blank? Darà un glam funeral per ricordarlo adeguatamente?
Speriamo almeno che gli paghi le spese...

Addio Carlo!

lunedì 18 aprile 2011

Avvistamento puttan-pop: PorcelainBlack con "This Is What Rock N Roll Looks Like"!

Baldracca, stilosa, coreografica e piena di froci al seguito! Tra l'altro la canzone non è male, e non dispiace nemmeno lo sfoggio di pellicce e reggicalze, con quel tantino di look Paola Marella (aka Crudelia de Mon) che tanto ci piace.

A breve una fondamentale fenomenologia su RealTime: il canale imprescindibile per ogni frocia che si rispetti!

venerdì 15 aprile 2011

JUDAS: LA NUOVA BIBBIA DI GOD GAGA!!!!

Non avrete altro dio al di fuori di Lei! Judaaa Ga gaa: ascoltare per credere!!! E' la cosa più grossa che io abbia mai sentito, almeno da quando Britney non si strusciava sul palo di Gimme More...ma cosa stiamo dicendo? Qui siamo veramente ai livelli dei classici di Madonna! Che vogliamo dire? La Vogue del 2011? Potremmo non stare esagerando....

giovedì 14 aprile 2011

BBB: Tornano i Blue con "I can".

Boni, Belli e Bravi, masticazzi! La canzone è bella, e tra Webbe e Duncan mi sono dovuta tenere ferma allo scranno papale (stavo giocando a scopone scentifico con Ratzinger mentre guardavamo l'anteprima di Habemus Papam di Moretti, sai le risate!!) per non starci secca. Merita(no).

martedì 12 aprile 2011

Adult Music di Immanuel Casto: la recensione di Papa Ratzinger!

Stamane sono andata in visita apostolica dal papa e, debbo dire, l'ho trovato sciupatello, indi per cui ho approfittato omaggiarlo della mia copia di Adult Music, che abbiamo ascoltato per ore, e che poi, incidentalmente, mi sono ripresa. Benedetto XVI, di tutta risposta ne ha ordinato uno per canonica, almeno per quanto riguarda le chiese romane, e mi ha inviato una missiva di ringraziamento che conteneva cotanta recensione del cd del Casto Divo (modello manoscritto anonimo del Manzoni):

Canzone n.1: Escort25!
Beat aggressivo, imperativi elettronici, immagini sfuggenti di novizie in via di lascivie nei bagni dei night club, bustarelle che passano da cardinale a cardinale, inopportune pratiche di sbiancamento e immagini subliminali del Tg4.
Voto:
da 1 a 10? 10, è la canzone perfetta.
Nota a margine:
mi scusi sorella, ma, che lei sappia, questa canzone parla per caso di Silvio?

Canzone n.2: Revival.
Perpetua assatanata continua a tentare il suo padre confessore con derrate di Chanel N.5 spruzzato laddove Eva concepì Lady Gaga nel backstage di Born This Way (che quasi quasi la chiamo per Pasqua a performare Judas nelle mie stanze e poi la inganno requisendole i ballerini, in base a qualche norma ad hoc che farò scrivere a Bertone), peccaminosità reiterate ma strofe più blande del previsto.
Voto
: 7-.

Canzone n.3: Killer Star.
Inedita, affascinante, provocatoria, e moralmente impegnata! Tra l'altro è l'unica che non parla di sesso.. Erica e Omar, Michele Misseri, Miss Franzoni, Olindo e Rosa, Alberto Stasi..."la pornografia dei sentimenti, drammi catodici per deficienti", autentica denuncia sociale, roba che se continua così lo faccio vescovo e poi lo faccio esibire nei conventi francescani con "Com'è bella la cappella"! Canzone fantastica in ogni sua riga, roba che Padre Georg ha chiesto più volte il bis...
Voto:
11, autentica rivelazione.
Nota a margine:
non so se lo sa, carissima, ma sto tentando di ri-comprare i diritti sul film su Meredith Kercher, solo che come protagonista non voglio quella nana focomelica di Hayden Panettiere ma Gianna Orrù, una bella signora che con un po' di trucco potrà di sicuro dimostrare 16 anni, come me d'altronde.

Canzone n.4: il sesso vende sempre.
Adult music, adult music, adult music, mantra introduttivo e autocelebrativo. Genio Cappellano supremo, merita veramente tutto il Suo apprezzamento. "Solo scopare ci potrà salvare", autentica parafrasi del vangelo apocrifo di Maria Maddalena di cui conservo l'unica copia non bruciata all'interno della pelliccia di visone che ho appeso allo specchio. Oh Georg! "Un senso di vuoto mi attanaglierà, nemmeno il porno lo riempirà", confessione toccante post-coito.
Voto:
9, una delle perle assolute dell'album.

Canzone n.5: crash.
Oh mio dio! Ringrazio la Madonna e i santi tutti di non avere un computer...che vergogna..per fortuna che ho delegato tutto all'Opus Day. Cmq alta classe, come tutto il cd, d'altronde. Aprimi il pc, formattami l'hard disc...
Voto:
8+.

Canzone n.6: do ut des.
Latinismo satrapico.
"Troie di contorno, a cena coi ministri, orgia in quirinale" roba da denucia...solo che adesso, per caso, so di per certo che, nonostante l'abbia spacciato per un incontro curiale, Georg si sta sollazzando con le gemelle De Vivo..
Voto:
9, meravigliosa.
Nota a margine:
"se dai a me io do a te", probabilmente è l'articolo zero della costituzione italiana.

Canzone n.7: gioco di mano.

Io lo so, un'altro po'...Georg...sali con la mano, scendi con la mano...già sento che ci siamo, sento che ti amo! "Aspetta, ti prendo un fazzoletto!!!"
Voto:
10, e ho detto tutto...anzi no, 8, che basta e avanza!

Canzone n.8: popper.
Intro f-a-v-o-l-o-s-o, PO PO PO PO POPPER "io ho di nuovo 16 anni" PO PO PO POPPER"chiudo gli occhi e suono il cocoricò", PO PO PO POPPER"cosa vomiterò stasera?",PO PO PO PO POPPER"questo dj fa schifo"! "Scopami, ti prego scopami". Versi da brivido, poi si perde un po'.
Voto:
14 alla prima parte, 7e mezzo alla seconda.

Canzone n.9: broken girl.
Troppo volgare per un pontefice, nonostante il bel ritornello e le lirycs graffianti, è veramente sboccata. "Qualcuno mi schiaffeggia le guance con il suo cazzo ancora onto" è troppo, anche per Lei sorella.
Voto: 5 e mezzo.
Nota a margine: lei che urla "nooo, basta criceti!" non ha prezzo, per tutto il resto c'è l'obolo di San Pietro.

Canzone n.10: fluffer boy.
Meraviglioso esperimento in lingua inglese. Molto probabilmente è assai più volgare delle altre, ma almeno non lo capiamo..tranne per "in my deep throat", ovvero la famosa gola profonda.. Cmq molto gradevole, fruibile anche più volte di fila.
Voto: 9 e mezzo.

Canzone n.11: Johnson.
Omaggio STREPITOSO a Lorena Bobbit, con into anni 70, con una signora bene di roma che declama come ha finalmente trovato l'uccello! "Nella tua auto corri verso la distanza", "un colpo secco hai reciso il suo fallo, e in sua memoria adesso io ballo": adoro!!!!
Voto:
11, capolavoro assoluto.
Nota a margine: Johnson si può leggere come John-son, ovvero il cazzo del marito della Bobbit. Lol.

Canzone n 12: Touchè

Canzone già nota negli ambienti romani, almeno tra i cardinali; nulla di particolarmente notevole, tranne il verso che Lei, carissima Badessa, mi ha segnalato, ovverosia "l'uomo ideale ti basta uno sguardo, ha un cuore d'oro e un culo di marmo". Che Cristo sia lodato!
Voto:
7.
Nota a margine:
sempre sia lodato!

E qui mi si permetta di chiedere umilmente scusa al Santo Padre per aver pubblicato questo suo scritto confidenziale
..ma si sa, qui leggono solo Consorelle ed ero troppo contenta per non condividere questo suo dono con tutte loro.

lunedì 11 aprile 2011

Casta mission!

Oggi, dopo ben tre giorni di ricerca in cui il Casto era esaurito in ogni negozio del triveneto, sono riuscita a reperire una copia della Sacra Venuta, e sono qui a testimoniarlo, come promesso.
A breve la recensione di cotanto capolavoro!
(ps: ho rimosso la foto perchè dato che non aggiornerò spessissimo il blog avrebbe ricevuto troppi sguardi, distraendo dalla comprensione dell'anima della Badessa, cmq mi avete sempre nel "trombi" di Popslut, casta come sempre...e occhio al ciuffo!!)

domenica 10 aprile 2011

Tranquilli.

Va tutto bene, ho semplicemente troppi impegni per scrivere, ma prometto la foto del cd di Immanuel nonappena sarà nelle mie mani, e questo succederà molto presto!

mercoledì 6 aprile 2011

Till my career ends: il nuovo video di Britney Spears!

Ok, la canzone fa piuttosto cagare, e il video è la perfetta metafora di una carriera in picchiata, ma diamo a Britney quello che è di Britney: questo video è stupendo! Il regista ha capito l'anima della Spears, quella vecchia, e ha partorito un video splendido, che fa l'occhiolino a Overprotected e ad I'm a slave 4 you, dandoci finalmente la mignottona di una volta. Applausi!

martedì 5 aprile 2011

Profumo di primavera.

Sole, culo, amore.
Tre parole a caso, e tanto per citare il Vate: "l'uomo ideale ti basta uno sguardo, ha un cuore d'oro e un culo di marmo.", perchè, signori e signore, oggi esce in tutto il mondo l'atteso capolavoro pop porno del Casto Divo: Adult Music, solo per signore di classe!
E se tra qualche giorno vedrete qui la mia foto che stringe a sè il cd di Immanuel, già oggi la giornata si preannuncia magnifica:
il sole splende su ogni cosa, caldo e rinfrancante, io scrivo la tesi come manco Gabriele D'Annunzio avrebbe saputo fare e sta sera, dulcis in fundu, farò anche la mia prima lezione di yoga.
Ebbene sì, SorellaJc si è decisa a meditare,
anche perchè tra postura, elasticità e rilassamento, non può far altro che bene, soprattutto a una che un giorno sì e un giorno no coglie dal suo giardino mazzetti di paranoie. E poi, last but not the least, meditare è anche il cancello d'accesso alla magia...e chissà che nel tempo io possa arrivare a gioire con un manzo del genere, sdraiati entrambi su un odoroso tappeto d'erba.
Che il sole splenda sempre su noi Cappellane!

sabato 2 aprile 2011

Pop-mix, weekend edition!

Usciti dalla tomba, zombie più belli di prima, finalmente nudi, decisi finalmente a sfruttare tutto il loro "potenziale" inespresso per risorgere al prossimo Eurovision.

E rimanendo in tema di pop-porno al maschile ecco una ghiottissima preview di Adult Music il nuovo capolavoro di Immanuel Casto,
che se delude nel suo nuovo video si fa di nuovo "duro" nei testi di queste nuove canzoni, splendide "do ut des", "lavoro di mano" e "broken girl" che arriva all'apoteosi con una frase degna di Escort25 (che è nell'album), ovvero "dopo 4 long island mi ritrovo nel cesso di un Autogrill a spompinare due slavi": Mito assoluto!
Infine ecco Wonderland, il nuovo, censuratissimo video, di Natalia Kills: Buon weekend!

venerdì 1 aprile 2011

Alien.

Ieri sono tornata a Milano, in giornata. Esposizione fatta, crediti ottenuti, e in più...ho comprato il mio primo libro di magia, e un poco alla volta mi eserciterò; in fondo esercizi di meditazione, visualizzazione ed immaginazione di certo non fanno male, al massimo mi rilasserò e basta e non succederà nulla. In fondo un uomo lo devo ancora trovare, pure per "fatturarlo". Per il resto, almeno per ora, tutto sembra procedere, quindi non posso che lasciarvi con il nuovo sublime video di Katy Perry "Et", con il fastidiosissimo Kanye West: Che dire? Adoro la canzone, il look e le riprese allucinate, il che mi basta per promuoverla senza riserve con il massimo dei voti!