domenica 10 giugno 2012

Feeling good, ovvero: chi ben comincia...

Ebbene sì: chi l'ha dura la vince, ed io, nota stalker di professione, dopo aver vagato random per il Valecenter per giorni tentando di individuare il turno giusto ed il momento propizio (per non dire prepuzio), finalmente, oggi, sono andata a colpo (in)sicuro ed ho portato a casa capra, cavoli e facebook del megabono di Zara (che tipo ha finito il turno di lavoro alle 21.00 e poco dopo aveva già risposto [affermativamente] alla mia richiesta d'amicizia...se non è amore questo?)
Anyway, andiamo con ordine: giungo lì alle 16.50, dacchè supponevo che il cambio turno sarebbe stato alle 17.00, e io così avrei potuto controllare due turni in uno senza troppi grattacapi; a quell'ora non lo trovo, vabbè, intanto giro per vedere se trovo una cravatta da abbinare al completo che porterò al matrimonio del 16 (apro parentesi, è tre settimane che giro per negozi, un po' perchè in missione Zara,ma principalmente a fare, con noto e trionfale successo, da personal shopper a mia madre e a mia sorella minore a cui ho reperito rispettivamente vestito, scarpe, pochette e accessori; dato che a metà mese si sposa una cara amica di mia sorella maggiore e lei è la testimone e siccome l'infingarda ha è fatto shopping con la sposa e mio padre si arrangia da solo, di bisognose di non sfigurare, oltre a me, ne erano rimaste solo due (siamo 5 in famiglia), io ho cristianamente dato fondo alla mia voglia di tacco 12, almeno per interposta persona.) Ad ogni modo, la cravatta non si è fatta vedere, ma LUI sì, però cazzo, lo avevano spostato in cassa donna, e si sa che di sabato, al centro commerciale, specie da Zara, la fila alla cassa donna è eterna ed interminabile, quindi, ahimè, trovarlo in un momento libero era facile come sminare una bomba con le dita dei piedi: roba che Houdini mi arriccia i baffi con Imetec Bellissima!
Grande magoooooo! Ebbene sì, dopo un primo fallimentare tentativo di avvicinarmi alla cassa (sì, ok, sembra una cosa da ladri, tipo "SorellaJc III", anyway let's go) negatomi da due troie con un abito e dieci paia di scarpe da passare a LUI per togliere l'antitaccheggio, farsi fare lo scontrino, guardarselo come se non ci fosse un domani, e dare inutilmente fondo alle loro carte di credito; e dopo anche un altro, ennesimo, giro per il centro commerciale, ore 18.55 mi sono appostata come un condor fuori da Zara, con vista manzo, e ho aspettato il momento giusto per calare sulla preda come uno sparviero avvolto di tulle rosa!
Intercetto la preda, lancio del pizzo per distrarre le avversarie, e mi getto in picchiata, poi come un pavone faccio la ruota e mi faccio notare, incrocio i suoi occhi e parliamo del più e del meno, lui (oltre che incredibilmente bello) è anche incredibilmente spigliato, tanto che continua a parlarmi anche facendo scontrini e sorridendo plasticosamente alle sgualdrine che passavano i loro bancomat al suo cospetto, io poi getto la bomba, mi presento, il nome per una signora è sempre importante, e chiedo il suo, e ovviamente se lo trovo su Fb, e lui, candido come una pesca alabastrea mi fa pure lo spelling del cognome come se fossi il mai sufficientemente compianto Mike Bongiorno: adoro!
Poi il resto è noto: io spedisco la richiesta e lui risponde a razzo...ah, come potrete chiaramente immaginare, godendo io di più paranoie di Matt di Nip/tuck (il figlio di Sean McNamara, tanto per capirci) mi sono scientificamente studiata il suo fb e, sinceramente non ho trovato traccia di gnocca (nè del famoso, aberrante, "mi piacciono le donne" che la canzone è pure bella, ma lo stato su Fb ti gela subito le palle con il rischio che non si riprendano più dallo shock) nè di fidanzate, pacchi di alcol o strane voglie di vino in posti che non posso essere nominati, quindi, posso decretare che le possibilità che sia gay (soprattutto con il "MI PIACE LADY GAGA" gigante in prima pagina) siano assai più considerevoli del mio conto in banca, che è notoriamente tra il rosso ed il germoglio del verde, praticamente un fottuto ibrido color cachi.
Ora, appurato l'indiscutibile successo della 1, giungiamo alla fase 2, che è quella che un pelo mi preoccupa, ovvero: adesso che faccio? Cioè, come ci si tiene in contatto senza sembrare appiccicosi, e come si può passare dal dire al fare, dalla torta di mele alla fase 3 (uscirci assieme, fosse pure per vedere la sua grandiosa collezione di francobolli [e qui non si offendiamo i filatelici, ma era chiaramente una metafora..avendo tra l'altro, lui, un secondo lavoro figo, mentre io sto qui a reinventare il mio curriculum monacale con sapienti tocchi di vodka analcolica])?

Sono aperterrrrrrima ai consigli!!!! Go, go, go!!
And...

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Oh finalmente il tizio di Zara ha smesso di vestirsi come la collega e lo hai beccato.
Ma certo che è frocio badessa. Analizziamo gli indizi. Non è un commesso di idraulica (anche se una pompa poteva starci tutta), sta sempre al reparto donna, ce sta pure che ti dà il nome con lo spelling e adora Lady Gaga. Hai bisogno di vederlo col tacco 12 per capirlo? Non credo.
Escluderei una trombata tra i manichini e andrei con i piedi in scarpe di Prada. Si sa che il diavolo ti può fare le scarpe di quella marca, ma tu sii serena, restando la badessa che sei.
Approfitta di questo scrigno che è facebook per stabilire un'intesa, per ammagliarlo e strappargli un po' più in là un appuntamento non troppo affollato dove non devi pagare (intendo, facendo la fila alla sua cassa, non che prendi appuntamenti a pagamento). Altrimenti, se per vederlo devi sganciare sempre pecunia da Zara il tuo conto di questo passo da verdognolo diventerà più nero dei baffi di Lourdes Ciccone.
Curatelo per bene senza destare in lui sospetti e non essere precipitosa. Fa come se facesse tutto il faccialibro ma ricorda che non è GayRomeo perciò non usarlo come tale.
E che la forza del tag sia con te e tutte noi!
Ma non farti pokare per altri aggiornamenti eh?

La Madre Superiora (che non vede l'ora)

Sorella Jean Claude ha detto...

Hahahahha, ovvio che il tutto fa bene sperare, o sperar pene, come si suol dire, solo che, as usually non è il caso di dire cazzo se non ce l'hai nel sacco ;)

Per il resto facebook è un po' complicato, non so bene come gestire la cosa, suvvia è come avere il culo in piazza. Commentare subito dopo mi par troppo, per oggi ho messo un mi piace, e poi vedrò il da farsi...

Accettasi consigli!!

E. ha detto...

ok, ti adoro... nn ho mai commentato ma è almeno un anno che seguo le tue vicissitudini... e sono così felice che tu possa aver trovato qualcuno!!!!! ti posso dire come mi comporto io per approcciarmi, visto il post che sto commentando... io sono x l'essere molto diretto e chiaro: non puoi scrivergli semplicemente un messaggio del tipo -ti trovo molto carino ed interessante, ti va di uscire a bere qualcosa?-??? Con tutto il tuo charme gli dimostri anche di essere adulto e sicuro di te...
ripeto, ti adoro... se nn fossimo tanto lontani (nn così tanto, io sono di milano...) ti chiederei di diventare amici... o almeno di provarci!!!!!

Sorella Jean Claude ha detto...

Amò, ma Milano è praticamente sotto casa!!!
Ok, per me Verona, Vicenza e Rovigo sono lontane, ma ormai i viaggi a Milano per me sono routine, quindi verrei molto volentieri, anche perchè tra un po' è pure momento di saldi!

Quindi, prima mossa: richiedimi l'amicizia su fb, ne sarei contenta!

Poi per quanto riguarda il consiglio potrei optare per una proposta d'uscita non direttamente gaya (perchè non so mai come reagirebbe l'altro, poi magari si scaturisce, prende paura, che ne so io)...o bho, ci devo ancora riflettere per bene, cmq dovrà essere a breve, perchè la memoria poi sbiadisce..

Ovviamente invito chiunque se la senta di continuare questo scambio di pareri :)
E chiaramente mando un bacione a tutti questi intrepidi!!!

Anonimo ha detto...

Sorella, secondo me hai solo due modi per affrontare questo tsunami.
Il primo: prendertela con calma, ma con il rischio di coltivare una illusione che potrebbe diventare anche più cocente con il passare del tempo.
Oppure, come dice E. nel commento sopra, andare a pene tratto, cioè dritta verso l'obiettivo non perdendo tempo in romantici ma pericolosi preliminari.
Per come sono io, mi soffermerei sulla prima soluzione perché secondo me questo ce sta.
Ma dato che non abbiamo certezze, meglio giocare al pelame subito, come direbbe la regina Malgi! E vedere di che pasta è fatta la sua pesca. E se non son cazzi, al faccialibro gireremo pagina.

Ad maiora con
La Madre Superiora

Daniii ha detto...

Sister sono felicissimo di questi sviluppi!

E si, direi che la coasa migliore è essere diretti.
Riflettici un attimo: so che è bellissimo cullarsi pensando a quanto sarebbe romantica la vostra prima uscita, bello il vostro primo bacio, arrapante la vostra prima..beh lo sai...
So che è bello andare da zara facendo finta di comprare e incrosciare il suo sguardo, e poi una volta a casa costruirci su castelli su castelli...

ma la vita non dovrebbe funzionare cosi; tu sai cosa vuoi da lui, e ci sono due possibilitá soltanto: che lui voglia la stessa cosa o che lui non la voglia.

Tu non vuoi la sua amicizia; almeno non vuoi una amiciia tra ragazzi etero, tu vuoi interfacciarti con lui esattamente come sei.

Quindi direi che la cosa migliore è mandargli un messaggio dicendogli:
"Ciao, ti ricordi di me? Se ti va uno di questi giorni andiamo a bere qualcosa".

O qualcosa del genere, insomma.

Non accennare al fatto che ti piace fisicamente, cosi magari, se lui dovesse solo volere un'amicizia, non si sentirá forzato, peró insomma, deve capire che tu lo vuoi conoscere meglio!

Che dire, speriamo Pene!!!

ps. se è solo rigorosamente attivo e a te nn va bene..me lo passi :P

Sorella Jean Claude ha detto...

"Ps. se è solo rigorosamente attivo e a te nn va bene..me lo passi :P"
Lol, te sei davvero un cretino :)))

Cmq sì, ci pensavo anche ieri, e direi che siamo tutti concordi sul fatto che oggi gli manderò un messaggio su facebook con qualcosa come "ti trovo un ragazzo interessante, ecc ecc ti va di vederci?" che è gay quanto basta ma non troppo.
Quindi E. penso che il tuo consiglio, che poi vedo essere anche il consiglio di tutti gli altri, sarà più che accettato.

Per il resto: incrociamo gli alluci, e se son peni raddrizzeranno!!

Ovviamente tutti gli aggiornamenti, quanto prima, nel prossimo post ;)

Anonimo ha detto...

secondo me non devi farti vedere troppo "disperato", alla fine è lui quello che si ricorda di te dopo 4 anni, tiratela un pochino no??:D. Digli semplicemente che lo trovi simpatico e che ti farebbe piacere uscire per una bevuta insieme. poi al momento opportuno trova il modo di fargli capire che sei gay, ma senza dare troppo enfasi alla cosa.Poi attendi la sua mossa, magari ti risponde "anche io " :D