giovedì 1 gennaio 2015

Immortal. 11 anni di SorellaJc!

Ciao ragazze/i.
Non so cosa dire. Non mi ricordavo che l'ultimo post risalesse ancora ad ottobre. Nel frattempo sono cambiate molte cose, e la mia memoria mi suggeriva di averle consegnate al blog non molto tempo fa.
Ora non so se il post sia stato divorato dallo spazio tempo, ma sta di fatto che da oggi siamo ufficialmente nel 2015 ed io, di riffa o di raffa, sono online dal 2004, e no, non è una chat eterna.

It's the blog, baby!


Undic'anni di SorellaJc. Sono commossa!

Che vi devo dire?

Non so se sarà l'ultimo post, ma vi aggiorno già sul 14 febbraio 2015, che non è mai male predire il futuro, e voi sapete che io sono in grado di leggere gli eventi venturi fin'anche sulle carte di Squillo ;)
Se ad oggi oltre a delle doverose entrate fisse, ci sono molti progetti in ballo, ancora una volta, a febbraio i progetti diventeranno realtà o sfumeranno come margherite nell'occhio di Mordor, ma tant'è: non riesco a non essere positiva, a metterci del mio, e fin'anche a diventare imprenditrice.

A febbraio, anzi, al 14/02/2014, avrò pronto a sbarcare online il mio nuovo sito nelle splendide vesti, questa volta non monacali, di Personal Shopper, ed accanto a ciò, avrò anche finalmente un grand'uomo al mio fianco: Mr.M.

Bello, alto 1.80, moro con la barba, atletico, un po' nerd ed un po' boscaiolo, e con un lavoro non indifferente, visto che se una signora deve accasarsi, specie in tempo di crisi, non deve mai buttare il bambino con l'acqua sporca, anzi! Una cougar che si rispetti (in realtà siamo entrambi di 27 anni! Tesò, 27 anni? Come sono anziana! Mi sento un po' Sophia Loren in astinenza da botox) deve conoscere bene la sua preda, ma soprattutto il campo da gioco che la circonda.
Ok, tante metafore a caso per dire che non ci si sputa mai sopra.

Detto ciò, debbo dire che dall'ultimo aggiornamento le cose sono decisamente evolute: siamo usciti più volte e ci sentiamo regolarmente anche su Fb. Solo che, come al solito, io sono capitata a fare la crocerossina!


Crocerossina? Why?


E' presto detto.
L'uomo in questione, uomo dai sudati addominali e dalle labbra carnose e piccanti, quando, a luglio, lo trovai per caso al Pride Village di Padova, dopo un'amicizia lanciata quanto mai provvidenzialmente su Fb giusto il giorno prima (cose che se non è destino questo Malgioglio non ha mai scritto "Sbucciami!"), si era appena lasciato con il fidanzato storico.
Hem, vabbè, erano tre mesi, ma se sull'altro piatto della bilancia c'è una storia di più di un anno, e una persona di cui lui si era innamorato veramente, cadendoci con tutte le scarpe, capirete che, oltre al mio non essere propriamente Claudia Schiffer, il fattore "non sono ancora nel mood di buttarmi nelle braccia consolatorie della prima pluripremiata Badessa che mi si presenta perché mi sento ancora come Lindsay Lohan quando si gettava in disperate catfights con il padre" ci sta tutto.
Quindi è da qualche mese (contando che poi da luglio non l'ho visto per circa 30 giorni, che si è sparato in giro per l'Europa con amici) che ci sto dietro.
Saremo usciti assieme circa cinque o sei volte. Poi lui lavora un sacco, e deve stare dietro ai nonni con cui vive, poichè i suoi, per velati motivi di cappellanità, l'hanno cacciato di casa.
Povera stella! Sapessi quanto larghe sono le braccia del Convento!!!

E pensare che quel banano con cui stava prima non si era accontentato del fatto che M. da Padova ogni santa settimana dell'anno andasse l'intero weekend (partendo da giovedì sera) a trovarlo.

Vabbè, non ho parole. 
Anzi, ne ho: fanculo!
 Anzi, grazie che mo' me lo rigiro io come Katie Logan, che fa la finta tranquilla e poi te la piazza sempre in quel posto. E magari riuscissi a piazzare finalmente la mia arrugginita cintura di castità definitivamente sul chiodo del chiostro. C'è persino una dedica sopra con l'immagine di un angelo: "let the day come!".

Quindi, palese è che c'è ancora da lavorare di fino, ma l'obiettivo, anzi, il futuro che io vedo tra il culo avido di Analia ed il deep throath di Danny* (Squillo, ndr.), è un 14 febbraio come si deve:

il mio primo San Valentino di fuoco!

E allora che augurarsi se non che per tutti noi quest'anno si riveli veramente l'anno della svolta!
Buon 2015 dal Convento.
11 anni di Sorella,
e sticazzi no?

Sentitamente,
pluralmente, singolarmente, ma soprattutto follemente
Andrea.

Nessun commento: