venerdì 20 febbraio 2015

Superdonna magazine: n.0.

E' tempo che il Convento presenti la sua ultima creazione: il Superdonna Magazine, la nuova roboante rubrica di Zobeide.
Glabrissime bambine sceme, eccomi di nuovo nel mondo dell'acidità gratuita formato monastero.
Superdonna magazine, volenteroso omaggio al mio trascorso blog (tutttadonna con tre T e parecchi  tranvoni), vi insegnerà a come uscire dalla fanciullezza per buttarvi capo e piedi nel gioioso mondo delle traveste!
Certo, inserire del sale in teste vuote è come bombare di steroidi il tuo vicino di casa sperando che si trasformi in Anton Antipov, ciò nonostante il tentativo può valere il pene.
In fondo, SorellaJc insegna: "più improbabile è la vittoria, più memorabile è il successo."
E allora, che suc-cesso sia.

Queste le mie 7 parche istruzioni per passare da ortensie appassite a radiosi virgulti di Cappellana:

1.Mai perdere la verginità su uno Chateau D'Axe.
Pare che tanta scomodità non si fosse mai vista dalla nascita della minigonna.
Non siete vergini? Ebbene, questo non è un problema mio.

2.Siate acide, quanto basta per condire un'insalata.
Quel tocco di "sono stronza e me lo posso permettere" ci sta tutto, ma alla lunga potreste finire sole e desolate nel museo delle cere, tanto sarà il botox che vi accompagnerà negli amari giorni della vostra zitellaggine.

3.Dite di no.
Quando ero piccina mio padre mi diceva che l'origine di tutte le cazzate della mia vita è stata il non saper dire di no. Un bel no non fu mai scritto. Soprattutto se stampato con un ferro ardente sulle spalle di una signorina di dubbia moralità.
In questo, sebbene con un deprecabile ritardo, SorellaJc è stata d'esempio: si è presa le palle in mano e ha detto no, basta corteggiare una corteccia!

4.Siate concrete, concise e veloci.
Il mondo gira, le sfrante si girano.
Abbiate l'occhio buono per vedere quando una sola è una sola, e vogliate cogliere il momento per scansare sto fosso. Che un coglione sfanculato è un soldino guadagnato.

5.Evitate di soffrire per amore.
In fondo, come diceva Rossella O'Hara: "domani è un'altro giorno", e come dico io "abbella, il mare è pieno di pesci, e tu sei lì tutto il giorno appresso ad uno stagno a stalkerare un branzino che non vuole proprio cagarti!"
Get over it!

6.Bevete per dimenticare.
E poi pagate un escort che vi accompagni a casa, solo per il trasporto, ovviamente; è noto che lo ius prime noctis spetta solo a Zobeide! Quindi niente sesso la prima volta, neanche a pagamento!

7.
Pazze sì, ma non stile!
Questa "in fondo al mar" drag e spagnola è la cosa più geniale che vedo da qualche tempo. Quindi sbrigatevi a prendere il buon esempio!

Alla prossima settimana,
pornografici saluti da parte della Vedova Caprarola:
Zobeide.

Nessun commento: