domenica 20 dicembre 2015

Nuovi orizzonti.

Ex-abrupto.

Non centrerà una mazza, ma la nuova canzone di Giusy Ferreri si fa decisamente sentire, e noi un sottofondo che non sia "Hello" di Adele, potremmo anche gradirlo.

Detto ciò, di botto di nuovo, mi svelo.E voglio svelarmi ancora ed ancora, e raccontarmi, anzi, ri-raccontarmi per chi so che aprirà questo blog come una cosa nuova, e non come una consolidata realtà (il che fa tanto Roberto Carlino, per chi non capisse, cliccate il nome e vi apparirà la Madonna con il riporto).
Tra l'altro, così, a buffo, oggi scopro che mio padre sapeva da anni del blog. E io che mi sono rotta l'anima almeno due anni buoni prima di dire ai miei che ero una suora? Ma un sincero vaff..
Siamo seri, e torniamo a noi.

Mi chiamo Justine Claudette, o almeno questo è il mio nome da nubile, da suora divenni Jean Claude Sorella, o Sorella Jean Claude (abbreviata Sjc), ma, vista la mia incredibile ed incrollabile fede (è notto il mio motto "pace e pene", così come "suora sì, ma scema no") raggiunsi in breve tempo lo status di Badessa (oltre che, per breve tempo, di papessa, con tanto di conclave) prendendo sano e stabile possesso del Convento di cui sono tutt'oggi la madre superiora.

Convento dell'Ordine delle Cappellane Scalze, che, per l'occasione, dal 2004, con pause e rattoppi, si è dotato di codesta splendida finestra sul web (inizialmente, in onore dello splendido Marcello Cesena, il blog si chiamava Sensualità in Convento, poi mutato, per fantastilionici contrasti con altre creature del web [qualcuno ricorderà la geniale e perfida Zobeide, poi redenta e fattasi suora sotto le mie premurose mani]).

Questo il passato.
Il presente, tuttavia, è quello di cui vuole parlare questo post.

Recentemente, sono andata a Milano, e finalmente, dopo 7 anni, e dico sette anni, ho avuto un udienza privata (con tanto di calice di vino) con Osvaldo Supino, la cui reciproca corrispondenza ha tenuto banco, sempre privatamente, in rete, per troppo tempo. 
Era ora di vedersi, e io, cogliendo anche la sana occasione per dello shopping natalizio, mi sono recata nel capoluogo lombardo, che per me è semplicemente "la città", dato che ci vissi due anni per studio. Debbo spendere almeno due parole per questo storico evento e, lasciatemi dire che la sua semplicità e la sua simpatia, per non parlare di una naturale umiltà, sono state assolutamente deliziose, abbiamo parlato di tutto, come vecchie amiche, poco tempo, anche dovuto al  mio divino ritardo, speso bene, concentrati sul fatto di conoscerci, senza nemmeno indugiare in un selfie, ma con  la viva e vibrante promessa di rivederci a brevissimo, e allora lì avrete se non l'intero reportage fotografico, anche la foto ricordo, perchè, questo blog, nel bene e nel male, è pur sempre il mio diario.
Con il lavoro, come per tutti, va a salti.
Scrivo progetti per enti di formazione che lavorano con la regione, pagano bene, ma lavori un mese sì e due no, quindi tant'è; ma conoscendomi non temiate, ho parecchi coniglie che un giorno sì e l'altro pure escono dal cappello.
Se uno riuscirò a cucinarlo in un lavoro, o in altri soldi, beh, dedicherò al tenero animale un web-party.
Sempre di sfuggita, ormai con il mio gruppo storico di Magic si sono creati un sacco di spin-off, uno dei quali è diventato una sorta di compagnia fissa, che non solo adorano il mio essere della sponda corretta (l'omosessualità, ovviamente) ma sanno anche che sono una Badessa en-travestì (poichè tali sono le Cappellane dure e pure, poi personalmente benedico come tali anche tutt* coloro che mi deliziano della loro favolosità, provando il loro valore cappellano con prove di disinibizione mentale e non).
Quindi tanto di guadagnato.

Ma veniamo al pezzo forte: il Convento si sta ripopolando!Ebbene sì, ormai la mia favolosità era troppo alta per dedicarmi esclusivamente ai giochi da tavolo e alla clausura, e così, sebbene non a 30 anni come il Nazareno, ma a 28, SorellaJc ha  visto la luce del mondo, ed il mondo l'ha accolta.

Delizia & deliquio!
Siamo o non siamo bellissimi?!
Pensate che il 26 ci attende anche una splendida festa di Natale, perchè se non siamo religiosi al Convento, dove? Alcool a fiumi, nudità improbabili, e la sottoscritta con uno dei suoi migliori outfit! Almeno è così che noi ci facciamo gli auguri.
Non posso celarvi la mia gioia a riguardo.

Questo, e tutto quanto vi ho raccontato prima, parlando da soli per i miei nuovi orizzonti.
Ad ogni passo si apre un'opportunità nuova, ed io, la Badessa, ho tutta la volontà di coglierle tutte!

Un bacio grande grande
ed un castissimo augurio di buone feste, sempiternamente vostra
Sorella Jean Claude.

Nessun commento: