giovedì 19 maggio 2016

Il ricordo del Convento per Marco Pannella.

Oggi, 19 maggio 2016 muore un vero eroe dei diritti civili in questo derelitto paese.
Folle, visionario, dal volto satanico (così splendidamente brutti possono esserlo solo in pochi, con quel ghigno che richiamava alla memoria il sorriso dello stesso Satana, a cui, ovviamente Marco non credeva, salvo forse negli ultimi anni di calvario [aveva due tumori] in cui si è avvicinato a Papa Francesco, e bloccando Zobeide sul cellulare) e dalla leonina voglia di combattere per il progresso, laico, sacrosantamente laico, di questo Paese.

Che ne si voglia dire delle sue bizzarrie, passate e trapassate, nel ricordo va omaggiata la forza di un uomo che ha permesso a noi, oggi, di festeggiare anche un primo passo significativo sulle unioni civili, perchè, mie care amiche, senza aborto e divorzio, col cazzo che io, la drag-Badessa Jean Claude potrò, da oggi, celebrare i vostri matrimoni tra marito e marito e moglie e moglie.
Questo ricordatevelo.

 E Marco, poco c'è da dire, neanche quel riposa in pace, perchè tu meglio di tutti credevi fortemente che dopo questo Convento ci fosse il nulla, quindi altro non posso fare che dirti una cosa, se qualcosa di te ancora esiste in qualche parte del cosmo:
grazie,
grazie Marco.

Nessun commento: